Questa la testimonianza di Davide Panichi che in rappresentanza di Ciclismo & Diabete, insieme ad altri ciclomelliti, ha assistito alla straordinaria avventura di Monica.

04/09/2010 Meta di Sorrento

Un binomio che ha reso l’idea, sostenere Monica attraverso una breve passeggiata in bicicletta lungo la costa amalfitana, mentre lei nuotava, noi abbiamo pedalato per portare il nostro supporto.
Sabato mattina ore 07.02 glicemia 108 6 unità di levemir 8 di rapida: un panino con prosciutto e due sottilette, un cornetto con marmellata e un cappuccino verso le ore 09.30 ci siamo incontrati con altri ciclisti a Meta di Sorrento: Carmine Del regno e Gerardo Vietri, con alcuni del loro gruppo, Barlotti Raffale, i Fratelli Molli e altri ciclisti che si sono uniti lungo il percorso.

Prima di partire glicemia 187(nessuna correzione). Il giro si è svolto molto tranquillamente sostenendo anche chi era meno allenato, l’importante è stato quello di cercare di stare tutti insieme, di conoscersi meglio e di immortalare questo momento come un ricordo che rimarrà nella storia vera dello SPORT. Le foto non sono mancate un modo anche questo per fermarsi, condividere e aspettare gli altri. Dopo circa un ora glicemia164 ho bevuto un sorso di acqua e coca-cola.
Ci siamo fermati svariate volte ma per goderci i panorami e fare un afoto di gruppo e lì il controllo mi ha dato 240, niente correzione si sale ancora dopo mezz'ora importante rivedere l'andamento, visto che si è alzata ma le teoria non è pratica ed infatti con il solo movimento anche se non è da gara ciclistica comincia a scendere 210, e quando siamo arrivati a Meta il valore scende ancora a 198, buono, niente correzione bevo due tre bicchieri di acqua e rimango fino a sera sensa mangiare perchè non avevo fame a metà pomeriggio prima dell'arrivo di Monica ho ricontrollato ed è risalita 237 allora facendo qualche calcolo ho ritenuto opportuno una unità e mezza di correzione per arrivare tranquillo la sera.
E in effetti alle 18:24, la glicemia è scesa a 91, perfetta.
Alle 13: 30 siamo arrivati a Meta di Sorrento dove Monica sarebbe arrivata per le ore 15:00/15,30. Poi ci giunge la notizia che c'è stata qualche difficoltà poco dopo che ha iniziato la sua impresa, un’onda l’ ha messa un po’ in difficoltà, ma si è risolta, fortunatamente, nel giro di breve tempo grazie al tempestivo intervento dei medici e dei collaboratori che la stavano seguendo i problemi sorti sono stati superati… e quindi Monica ha ricominciato a nuotare. Vai Monica lo sport è sofferenza, è passione è volontà e voglia di vincere le avversità che si possono incontrare, quando ci si appresta in un sogno che sarà poi REALTA’.
Le immagini scorrono sugli schermi messi a disposizione degli organizzatori, la gente parla, commenta, ma si sente forte il sostegno che proviene da tutti. Ogni tanto ci giungono notizie per telefono, e allo stesso tempo guardiamo il video, Monica prosegue con la grinta, con la passione con la voglia di VINCERE con la forza di tutti noi.
Manca un’ora, alcuni di noi si mettono sopra le rocce, cerco di zumare al massimo la mia macchina fotografica, ma il bel sole e le onde non riescono a farmi capire la posizione…ormai si deve avvistare…poi ad un certo punto un grido “ECCOLA… ECCOLA…” sulla sinistra non lontano dalle spiagge… le tre barche si cominciano a vedere bene, ma Monica è coperta ancora dalle onde, poi ancora un’altra voce … la vedo la vedo “VAI MONICA SEI TUTTI NOI…”
Cerco allora di stare vicino alle barche con lo zum e alla fine riesco a vederla anch’ io… sta nuotando verso di noi in mezzo alle due barche, ogni tanto si ferma per controllare la direzione… riprende a nuotare… a pochi metri dalla riva alcuni la raggiungono a nuoto per sorreggerla e incitarla negli ultimi metri…
Monica è fatta… il SOGNO tuo e di tutte le persone che hanno creduto in te si è realizzato, hai dato un grande scossone d’emozioni dove ha prevalso la tua e la semplicità di tutti, la tua e la passione di tutti, il tuo e di tutti, il desiderio di vincere ancora una volta le sfide di diabete che non pone limiti, e soprattutto non ha PREZZO da CONCORDARE.

E’ stato un nuovo risultato di positività, una vera e propria dimostrazione di VOGLIA DI VIVERE.
GRAZIE MONICA... i GRAZIE sono RECIPROCI per tutti NOI che senza pensarci due volte siamo stati lì con te in quel giorno indimenticabile.

David